«Religione e morale non c’entrano» – di Eleonora Cardogna

Ripubblichiamo l’articolo di Eleonora Cardogna, Segretario metropolitano dei Giovani Democratici di Milano, su “Il Manifesto”.  

«Il prin­ci­pio è quello di dare ad ognuno la respon­sa­bi­lità della pro­pria vita», è par­tendo da que­sta dichia­ra­zione del pro­fes­sor Vero­nesi che come segre­te­ria dei Gio­vani Demo­cra­tici Milano abbiamo deciso di seguire ed impe­gnarci attiva­mente per una bat­ta­glia, Euta­na­sia Legale dell’Associazione Luca Coscioni, che non ha nulla a che vedere con la sfera reli­giosa o morale, ma che riguarda la sfera dei diritti civili.

In una società che si dice libera e aperta al cam­bia­mento, che ha come car­dine l’autoaffermazione dell’individuo, la libertà suprema è quella di poter deci­dere della pro­pria vita, togliendo dagli occhi il velo di per­be­ni­smo che per anni ha carat­te­riz­zato la cul­tura con­tem­po­ra­nea. Se da un lato la nostra quo­ti­dia­nità è bom­bar­data di appelli alla sacra­lità della vita, dall’altro la nega­zione di que­sta libertà rende que­gli appelli pura­mente for­mali — non sostan­ziali — negan­doli di fatto.

Par­larne per­mette a tutti noi di togliere quel velo, rive­lando, se vogliamo, la reale sacra­lità della vita. Una sacra­lità fatta di dignità, una sacra­lità fatta di auto­de­ter­mi­na­zione e sceltaLa parola «dignità» deriva dal latino «dignus», che signi­fica «valore»; mi chiedo come sia pos­si­bile negare valore alla vita, quella vita così spesso esal­tata e così tanto cer­cata, dagli stessi che, come in un ossi­moro, non rico­no­scono que­sta libertà.

Lo stesso vuoto di dibat­tito poli­tico e isti­tu­zio­nale toglie valore a quelle vite spente, che in virtù della pro­pria dignità devono avere il diritto di libe­rarsi, anche dalla mor­bo­sità e dall’egoismo che lo stesso vuoto impone.

Il vuoto, quasi un anno dopo essere stata depo­si­tata la pro­po­sta di legge di ini­zia­tiva popo­lare (13 set­tem­bre) e le oltre 78.000 firme rac­colte, è più pro­fondo e deve neces­sa­ria­mente essere riem­pito con scelte poli­ti­che, non solo corag­giose, ma con­crete e senza retorica.

Come Gd di Milano chie­diamo a tutte le fede­ra­zioni ita­liane della Gio­va­nile, del Par­tito Demo­cra­tico e a tutte le asso­cia­zioni gio­va­nili di pren­dersi cura di Euta­na­sia Legale, così da poter aggiun­gere un tas­sello e poter costruire un futuro migliore per tutti noi. Poter essere dav­vero liberi.

Ringraziando Eleonora e tutti i Gd Milano, cogliamo l’occasione per porre fin da subito a noi stessi la questione dell’adesione alla campagna “Eutanasia Legale”. 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...